mercoledì 2 marzo 2011

Andalucia O-Meeting 2011 - backstage view

Foto di gruppo a Cabo Trafalgar

Punto radio della long con vista su Cabo Trafalgar

"Los italianos son peligrosos" è questa la frase che chiude l'AOM 2011, pronunciata da Pedro Pasion, direttore di gara, dopo il forzato tuffo in piscina che dava il via ai festeggiamenti per la chiusura di una manifestazione che ha raggiunto livelli di gradimento altissimi.
Una settimana, tante carte, tante persone, cerchiamo di riassumere per cronologia: l'Er Team è stato reclutato da Tom e da SUN-O per supportare il settore tecnico dell'Andalucia Meeting, una 3gg di gare nei boschi di Los
Caños de Meca che seguiva una settimana di training camp. Scontata ed entusiasta la nostra partecipazione, non vediamo l'ora di ricalcare le orme del nuovo King of Marocco.

mercoledì 23 febbraio
Cosimo, Alis e Tom anticipano il gruppo e giungono a
Caños la notte del 23, per me è la prima volta nella Meca dell'orienteering.

giovedì 24 febbraio
Neanche il tempo di prendere confidenza con il nuovo terreno ed è già tempo di mettersi al lavoro. Noi tre posiamo un allenamento staffetta con stazioni si-card. L'impatto è notevole, sia per bellezza del terreno, che per difficoltà, per posare il 7 mi ci vogliono quasi 11', un errore parallelo mi porta nella valle a sud. Impressionante vedere la progressione in bosco di Runesson che chiude in 23'.


Allenamento relay a La Brena

Al pomeriggio allenamento con l'Alis per controllare i punti del Model Event del giorno successivo. Punti alternati, utile a correggere gli errori dell'altro.

Allenamento sul tracciato del Model Event

Oltre ai terreni si comincia ad ambientarsi con la location: è una situazione fantastica nello stesso residence risiedono decine e decine di orientisti di svariate nazionalità ed età, sembra di vivere nel villaggio dell'orienteering.
Intanto lo staff si allarga, è arrivato lo speaker: Stegal, mio gradito compagno di stanza con il quale le ore trascorrono in piacevoli ed appassionanti ori-dibattiti.

venerdì 25 febbraio
E' il giorno che precede le gare, si allarga la rappresentativa italiana. Arrivano Remo e gli Stankanov. Al mattino bellissimo allenamento sul multi-technic tracciato lo scorso anno da Cris che grande successo ha riscosso tra le squadre che qui sono venute ad allenarsi (Halden, Francia e Svizzera le ultime).

Multitecnich - La Brena noreste

Posato il Model Event del pomeriggio è il momento di recuperare il resto della squadra che arriva da Sevilla: CB, Furia, Bango e Lepre.

Giusto il tempo di cambiarsi e si esce tutti insieme in bosco per vedere il terreno della long che si correrà di li a due giorni. Bell'allenamento a coppie con forking e segui-John. Alla sera ci ricongiungiamo con il resto dello staff tecnico spagnolo che ha completato il comitato organizzatore capitanato da Pedro Pasion e Tom.

sabato 26 febbraio
Si comincia con le gare, il programa prevede un rogaine, una score che si può correre sia individualmente che a coppie... Vince Runesson con un percorso e un tempo che non lasciano scampo agli avversari. Per noi posa e controllo e a seguire un mini rogaine utilizzando i punti del percorso lungo la corda, la scala 1:1.500 fa vittime...

Tracciato del ROGAINE, di Antonio Guerrero


Dopo la raccolta, tra un bagno e l'altro nell'oceano si vanno a posare i paletti per la long del giorno successivo.

domenica 27 febbraio
Incredibilmente il caldo e il sole che ci hanno ininterrottamente accompagnati oggi ci abbandonano, cielo coperto al quale però non manca il forte vento che soffia dal mare. Tutto a discapito del solitario eremita, fotografo, uomo rana e uomo radio che dalla cima del monte che sovrasta Caños annuncia a Stegal i passaggi degli elite al punto 43.

Tracciato della long, SENIOR M

Galina Vinogradova al punto radio

Al pomeriggio ci si trasferisce tutti a Conil de la Forntera per una sprint che si annuncia oltremodo interessante per la carta di gara che promette tracciati divertenti.

Sprint a Conil de La Frontera

In realtà è TUTTO interessante, dal pubblico ai percorsi, ma soprattutto l'organizzazione della società locale che si rivela a dir poco creativa al momento di stilare le classifiche. Ad ogni modo l'Er Team può vantarsi di aver battuto un campione del mondo.


lunedì 28 febbraio


Si chiude l'Andalucia Meeting con la spettacolare prova middle tracciata dal coach.
Una prima parte nervosa con continui cambi di direzione, punti vicini ma resi più lenti dalla sabbia, oltra alla scelta, laguna o no? Come sabato vince Lundanes.

Anne Margrete Hausken al punto radio della middle

Al termine delle premiazioni, nell'euforia generale parecchia gente paga dazio con un tuffo più o meno programmato in piscina, le foto lo testimonieranno.

martedì 1 marzo
Ultimo giorno prima della partenza, ci si trasferisce a Bolonia, una spettacolare spiaggia caratterizzata dalla gigantesca duna che la sovrasta. Bell'allenamento, la sera trascorre piacevolmente tra i locali di Siviglia accompagnati da Pedro in versione chaperon.

sul sito SUN-O tutti i risultati con carte e percorsi su ROUTEGADGET
e le nostre foto


Si ringrazia il SUN-O per l'impegno profuso in Costa de Luz e Andalucia nella realizzazione di mappe per orienteering e la gentile concessione delle stesse per il terzo anno consecutivo.


8 commenti:

stegal ha detto...

Si ringrazia ER-TEAM per la pazienza, le foto, la collaborazione con l'uomo-speaker, per il volo in piscina, per la segnalazione dei "passaggi più interessanti" (soprattutto nell'area swimming pool), per le birre, per i passaggi in auto quando venivo dimenticato in loco, per le carte...
Si ringrazia altresì il Marocco per averci dato un nuovo Re! :-) , la Svezia per averci dato una nuova Regina, la Norvegia per una maglia di campeon del mundo, l'Orientaconil della gara sprint per aver mostrato che Remo corre più veloce di Andrey Khramov...

Cris ha detto...

Da parte mia ringrazio Emil per la maglia dell'Halden... :P

rem ha detto...

beh si, 12' per una sprint di 2.4 + almeno 50 di dislivello non è male :-)

ma posso fare una domanda indiscreta? (occhio che è molto indiscreta!!)

rusky ha detto...

Un anziano, di ritorno dalla Spagna, mi ha detto che l'Er.team tessera dei profughi anche se non arrivano dall'Africa.... vero?

Cosimo ha detto...

Certo, l'Er Team tesera... con una netta prevalenza per le bionde ragazze scandinave... profughe o meno...

rusky ha detto...

Ok, avevo capito che eravate interessati anche ad impiegati panzottelli o meno...

dario ha detto...

ok per gli impiegati panzottelli, meglio se anziani e quindi con badante scandinava ....

Rusky ha detto...

X Dario, ti ho mandato una email